Contatto
ico_buscar.svg
ico_cerrar.svg

Iscrivetevi alla newsletter

*Campi obbligatori

Impressum

APLICACIONES MECÁNICAS DEL CAUCHO, S.A.
S.A. bedeutet Aktiengesellschaft - AG (Format Spanien)
Über APLICACIONES MECÁNICAS DEL CAUCHO Deutschland

Geschäftsführer: Jon Ander Lopetegui Galarraga.
Adresse: Industrialdea zona A - parc. 35, 20159 Asteasu, Gipuzkoa, Spanien.
Handelsregisternummer: A-20101150
USt.-Id-Nr: ESA20101150

Für Anfragen an den Kundenservice: info@mecanocaucho.com

COSA È LA RISONANZA MAGNETICA

Vedi tutte le notizie

COSA È LA RISONANZA MAGNETICA

RISONANZA MAGNETICA

RISONANZA MAGNETICA

La risonanza magnetica è un'analisi che utilizza un campo magnetico e onde radio per ottenere immagini dettagliate di organi e strutture del corpo.

01/07/2020

La risonanza magnetica è un'analisi che utilizza un campo magnetico e onde radio per ottenere immagini dettagliate di organi e strutture del corpo. L'apparecchiatura per la risonanza magnetica è costituita da un grande magnete a forma di anello, all'interno del quale è posizionata la barella su cui il paziente verrà successivamente posizionato.

1.jpg

Durante l'esame, le onde radio manipolano la posizione magnetica degli atomi del corpo, che viene rilevata da un'antenna e inviata al computer nella stanza adiacente. Questo computer modifica le informazioni necessarie per ottenere le immagini. Queste immagini possono anche essere convertite in immagini tridimensionali.

Durante questo processo devono essere limitati al minimo eventuali disturbi nella stanza, poiché questo influirebbe sulla qualità delle immagini ottenute. Tenendo conto che negli ospedali ci sono molti elementi che possono creare disturbi in termini di vibrazioni a differenti frequenze, ad esempio unità di condizionamento dell'aria, macchine a raggi X, macchine tomografiche, ... è necessario isolare correttamente sia la stanza RM che la macchina stessa. Sarà quindi necessario utilizzare dei supporti antivibranti. Questi supporti avranno il compito di attenuare queste eccitazioni trasmesse attraverso la struttura dell'edificio prima che vengano trasmesse alla base della macchina RM.

2.jpg

Le stanze per la risonanza magnetica si basano sul principio della gabbia di Faraday. Le gabbie di Faraday sono una parte fondamentale ed essenziale delle apparecchiature per la risonanza magnetica. Il magnete si trova in un involucro appositamente costruito con materiali elettricamente conduttivi per evitare che, le onde radio e i forti campi magnetici generati da esso, interferiscano con altre apparecchiature ospedaliere.

Il suo compito è quello di eliminare le interferenze di radiofrequenza dall'esterno in modo che non influiscano sulla ricezione e la generazione di immagini, nonché di evitare l'emissione di forti campi magnetici generati da esso all'esterno dell’involucro. L'involucro a radiofrequenza si basa su una scatola metallica che circonda il magnete e impedisce alle onde elettromagnetiche di entrare o uscire, mantenendo un campo elettrico nullo.

3.jpg

ISOLAMENTO DELLE MACCHINE MAGNETICHE DI RISONANZA

Come si è visto, è essenziale tenere un involucro completo della stanza per mantenere il principio della gabbia di Faraday. Pertanto, è necessario seguire alcune linee guida quando si installa il sistema per l’isolamento acustico.

Il primo è che gli ancoraggi, sia per la stanza che per gli elementi all'interno, non devono essere a contatto con alcun elemento metallico esterno alla stanza, cioè non possono essere in contatto con alcun rinforzo della soletta di cemento inferiore o di altre parti strutturali dell'edificio.

Gli ancoraggi devono essere collegati elettricamente alla gabbia di Faraday, devono quindi essere composti da materiali conduttivi elettricamente, ma non devono essere conduttori magnetici, o causare corrosione galvanica, con la gabbia di Faraday.

Ci sono diverse soluzioni per l'isolamento acustico delle macchine RM in grado di combinare le diverse opzioni allo stesso tempo.

  1. 1. Sotto la soletta di cemento

  2. Questo, aggiunto all'isolamento acustico delle pareti e del soffitto, è ciò che è noto come "Box in Box". La stanza è isolata dalla struttura dell'edificio mediante supporti antivibranti installati su tutta la superficie per isolare il terreno, le pareti e il soffitto della stanza dalla possibile trasmissione del rumore (insonorizzazione della stanza) e delle vibrazioni che potrebbero essere trasmesse attraverso la struttura dell'edificio stesso. Nella seguente immagine un esempio:

    4.jpg

    Per ottenere questo vengono utilizzate diverse soluzioni con diversi tipi di supporti antivibranti in ciascuna delle aree da isolare. Il tetto è isolato creando un "soffitto sospeso", unendo un blocco composito con materiali isolanti (sia termici che acustici) alla soletta superiore utilizzando supporti acustici che permettono di isolare le vibrazioni trasmesse dalla struttura dell'edificio, ottenendo così delle camere insonorizzate:

    5.jpg

    Isolamento acustico del soffitto:

    C-1: Lastra esistente.

    C-2: Supporto acustico

    C-3: pannello di lana minerale spesso 45mm

    C-4: pannello di lana minerale spesso 65 mm

    C-5: Profilo primario Still Prim 50 con profilo secondario

    C-6: Doppia lastra di cartongesso laminato 13mm di spessore con membrana acustica di 2kg / m2

    W-7: Giunto elastico

    A. Dettaglio del soffitto

    Le pareti interne sono anch’esse unite alle pareti strutturali dell'edificio da isolatori acustici per pareti, progettati per ottenere un elevato isolamento acustico da possibili eccitazioni trasmesse strutturalmente nell'edificio.

    6.jpg

    Isolamento acustico di una parete:

    W-1: Perimetro esistente

    W-2: Distanza minima

    W-3: telaio in acciaio zincato spesso 70 mm con perno e lana minerale 65mm

    W-4: Doppia lastra di cartongesso laminato 13mm di spessore con membrana acustica di 2kg / m2

    W-5: Supporto acustico da parete

    W-6: Schermatura RF

    W-7: Giunto elastico

    C. Dettaglio muro

    Infine, l'isolamento acustico del pavimento della stanza viene ottenuto posizionando supporti per pavimenti flottanti sotto la soletta di cemento, siano essi un elemento continuo come quello nell'immagine o supporti acustici elastomerici (prodotti in acciaio non magnetico) distribuiti sotto tutta la soletta. Questa soletta di cemento serve ad ottenere una distribuzione dei carichi su tutta la superficie più uniforme.

    7.jpg

    Isolamento acustico del pavimento:

    W-1: Finitura del pavimento

    W-2: Pannello in legno spesso 43 mm

    W-3: Lamiera d'acciaio spessa 0,2 mm

    W-4: Lastra di cemento spessa 12 mm

    W-5: Striscia di Sylomer (isolatore acustico) spessa 25 mm

    W-6: Pavimento esistente

    W-7: Giunto elastico

    C. Dettaglio del terreno

    Materiali di differenti densità possono essere combinati in base al carico che dovranno sostenere nelle diverse aree della stanza. L'immagine seguente mostra un esempio dell'isolamento acustico di una di queste stanze.

    8.jpg

    Nella foto noterete diverse aree di diversi colori che indicano le differenti densità dei materiali isolanti/supporti per pavimenti flottanti. L'area turchese indica la posizione della macchina RM, il carico sarà dunque più elevato in questa zona che richiede un materiale con una maggiore densità. Le aree ai bordi della stanza su cui poggia la struttura metallica per chiudere la gabbia di Faraday o le aree dove sono collocate le finestre della stanza richiedono anch’esse un isolatore ad alta densità, rappresentato nei colori arancione e rosso. Nel resto della stanza viene utilizzato l'isolatore a più bassa densità rappresentato dal colore giallo.

    AMC-MECANOCAUCHO dispone di differenti supporti antivibranti per ciascuna delle aree da isolare.

    Isolamento acustico del pavimento:

    A seconda della frequenza eccitante da isolare e del livello di isolamento richiesto, AMC-MECANOCAUCHO dispone di differenti supporti antivibranti.

    Per ottenere frequenze naturali più basse e quindi un livello di isolamento più elevato, la soluzione ideale è quella di utilizzare i supporti a molla Vibrabsorber + Sylomer® che consentono di ottenere frequenze naturali inferiori a 5Hz. Questi supporti vengono posizionati sotto la soletta di cemento. Le molle forniscono un elevato livello di isolamento acustico delle frequenze eccitanti basse, mentre le strisce di Sylomer® forniscono isolamento acustico contro le onde ad alta frequenza che possono essere trasmesse attraverso le spire metalliche.

    9.jpg 10.jpg

    Un'altra possibile soluzione è quella di utilizzare supporti per l’isolamento acustico basati sul Sylomer®, con i quali si ottiene una frequenza naturale vicino a 10Hz. Soluzione ottimale quando è necessaria l'insonorizzazione della stanza in quanto offrono un ottimo livello di isolamento acustico contro i rumori ad alte frequenze. AMC-MECANOCAUCHO dispone di una vasta gamma di supporti per l'isolamento acustico basati su questa soluzione. Alcuni, come l'FZH, vengono incorporati nella soletta di cemento, una buona soluzione quando l'altezza della stanza è limitata. È possibile aggiungere un ulteriore materiale isolante tra i supporti stessi per migliorarne le prestazioni termiche e acustiche.

    11.jpg 12.jpg

    Altri supporti come i Floor Blocks di Sylomer® vengono collocati sotto la soletta. In questi casi, si consiglia anche di ricoprire lo spazio in eccesso utilizzando materiali isolanti per ottimizzare il livello di insonorizzazione e l'isolamento termico della stanza.

    13.jpg 14.jpg

    Una terza opzione consiste nell’utilizzo di cuscinetti di gomma sotto la soletta di cemento. Questa soluzione è indicata quando la frequenza eccitante da isolare è più alta, poiché si ottengono frequenze naturali inferiori a 15 Hz. I blocchi di gomma vengono collocati sotto la soletta di cemento e lo spazio in eccesso viene riempito con lana minerale o altro materiale assorbente per ottenere un migliore livello di isolamento termico e acustico.

    15.jpg 16.jpg

    Isolamento acustico del soffitto:

    Nello stesso modo in cui i supporti per pavimenti flottanti contribuiscono all’isolamento acustico, i supporti acustici sono la soluzione ideale per ridurre il rumore strutturale che viene trasmesso attraverso il soffitto. L'efficienza dei supporti acustici dipende principalmente dalla frequenza naturale che ottengono al livello di carico al quale vengono sottoposti.

    Nel grafico seguente si può vedere la gamma completa di supporti acustici AMC-MECANOCAUCHO, con indicata la frequenza naturale ottenuta da ciascun supporto acustico al suo carico di lavoro ottimale.

    17.jpg

    Isolamento acustico delle pareti:

    I supporti acustici per pareti vengono spesso utilizzati per elevate esigenze acustiche. L'impiego di questi isolatori ottimizza l'isolamento acustico del soffitto sospeso, impedendo la trasmissione di rumore e disturbi alla stanza. A tale scopo la rigidezza dell'isolatore acustico e l'impedimento del materiale elastico svolgono un ruolo chiave, la sua installazione deve essere dunque eseguita correttamente per ottenere risultati ottimali.

    18.jpg 19.jpg

  3. 2. Sotto il supporto per la RM:

  4. In questo caso la superficie su cui poggiano i supporti antivibranti (materiale isolante) è limitata al posto dove verrà installato il sistema. Per questo motivo viene posto il pavimento della stanza lasciando lo spazio corrispondente alla panca dove verrà installata la macchina per la risonanza.

    20.jpg 21.jpg

    Una volta posizionato il pavimento della stanza, vengono posizionate le lastre costituite dai supporti antivibranti (il materiale isolante della densità corrispondente per poter sostenere il peso della macchina) e una piastra metallica per distribuire il peso su una superficie maggiore.

    22.jpg

    23.jpg

    Una volta installate le piastre come mostrato nella foto precedente, la base della macchina viene avvitata a loro attraverso i fori corrispondenti, sempre utilizzando elementi che non sono conduttori magnetici.

    24.jpg

    Infine vengono collocati gli elementi necessari per effettuare i test medici e gli involucri delle macchine.

    25.jpg

  5. 3. Sotto i supporti magnetici:

In quest'ultimo caso, i supporti antivibranti (il materiale isolante) vengono semplicemente posizionati sotto i supporti magnetici, una soluzione simile alla precedente utilizzando però una minore quantità di materiale isolante di maggiore densità perché la superficie su cui viene distribuito il carico è inferiore. Il livello di isolamento acustico ottenuto sarà quindi inferiore.

26.jpg

Vedi tutte le notizie